Indice Massa Corporea IMC

IMC determinazione indice massa corporea

Per definire il peso ideale massimo è necessario introdurre il concetto di indice di massa corporea. L'IMC è definito in questo modo:

IMC=Peso (in kg) / Altezza (in metri) al quadrato.

In realtà l'IMC, da solo, non è un valido indicatore di peso forma.
 
Dovrebbe essere chiaro a tutti che il semplice riferimento al peso non dà nessuna reale indicazione sullo stato del soggetto; è invece l'indicazione della sua massa grassa che può guidarci nutrizionalmente. Un uomo con oltre il 16% di massa grassa e una donna con oltre il 23% non sono esempi di fisici atletici. Ma un uomo alto 1,70 mt che pesa 70 kg come deve essere considerato? Se è un culturista si scoprirà che non ha un filo di grasso, se è un sedentario probabilmente avrà un preoccupante accenno di grasso. Utilizzando l'indice di massa corporea, si scopre che nel caso dei due soggetti (culturista e sedentario) si otterrebbe lo stesso risultato (IMC = 24,49).

Il valore di Indice di Massa Corporea deve descrivere una condizione sufficiente per stabilire la magrezza di un individuo.

Quindi il valore di riferimento approssimativo 25 rischia di giudicare normali anche individui in sovrappeso. Se si utilizza un'espressione restrittiva si può affermare che:

sono magri un uomo con Indice di Massa Corporea non superiore a 22 o una donna con IMC non superiore a 20.

La percentuale di massa grassa

Se quindi si vuole tenere conto anche della muscolatura e della corporatura occorre riferirsi alla percentuale di massa grassa. Katch ha mostrato come per le donne non esiste una relazione tra una corporatura esile e una percentuale di grasso corporeo bassa. Ciò smonta tradizionali teorie come quella di Behnke che considerava una serie di dati antropometrici per la valutazione del peso ideale. In sostanza una persona è grassa se ha una percentuale di massa grassa che supera un certo limite: teoria semplice.
Se l'individuo è molto muscoloso o se pensa di avere la classica corporatura robusta, deve fare necessariamente riferimento alla massa grassa per sapere se è sovrappeso, misurandola per esempio con una bilancia impedenziometrica. Invito comunque per chi vuole intraprendere lo sport della corsa è di non esagerare con lo sviluppo della muscolatura: un culturista troppo muscoloso avrà grosse difficoltà a fare una lunga camminata in salita perché comunque il suo peso (muscoli e non grasso) sovraccarica il sistema cardiovascolare. Essere troppo muscolosi comporta anche un sovraccarico articolare e in genere un sovraccarico metabolico perché i muscoli, lavorando, producono molte scorie. E' facile notare che i corridori professionisti non sono molto muscolosi. 

I.M.C. per il Runner (consiglio sui Km da percorrere)

  • Inferiore a 20 - Peso ottimale per la corsa
  • Inferiore a 23 - Compatibile per 80 Km alla settimana e gare fino alla maratona.
  • Inferiore a 25 - Compatibile fino a 60 Km alla settimana e gare fino a 10/12 Km
  • Inferiore a 27 - Solo Jogging (CORSA LENTA) fino a 6/8 Km.

Esempi di I.M.C.

  • 1,90mt con I.M.C. 23 = 83 Kg; con I.M.C. 20 = 72,5Kg
  • 1,85mt con I.M.C. 23 = 78,5 Kg; con I.M.C. 20 = 68Kg
  • 1,80mt con I.M.C. 23 = 74,5Kg; con I.M.C. 20 = 64,5Kg
  • 1,75mt con I.M.C. 23 = 70,5Kg; con I.M.C. 20 = 60,5Kg
  • 1,70mt con I.M.C. 23 = 66,5Kg; con I.M.C. 20 = 60Kg
  • 1,65mt con I.M.C. 23 = 62,5Kg; con I.M.C. 20 = 55Kg